La storia dell’uomo è scandita dalle sue invenzioni e questo ci dimostra come la creatività e la conoscenza del genere umano influiscano sul passato, sul presente e sul futuro non solo di noi stessi, ma di tutte le creature che abitano il nostro pianeta. GSF fa parte di questo progresso! Un’azienda che con il suo “fare” contribuisce al cambiamento non attraverso un percorso tracciato ma secondo la propria visione, la propria strategia, il proprio credo, per migliorare il mondo.
**Sápere aude; lett.: "osa sapere!", ma traducibile anche con "abbi il coraggio di conoscere!" è un'esortazione latina, la cui attestazione più antica è rintracciabile in Orazio. Il poeta offre una serie di consigli, tra questi anche l'invito a "risolversi a essere saggio” dedicandosi agli studi e alle occupazioni oneste. L'espressione è diventata famosa grazie al filosofo tedesco Immanuel Kant, che ne fa il motto dell'Illuminismo
Follow us

Agricoltura ed energia: Le attuali prospettive

Gli obiettivi indicati nella Sen sulle rinnovabili implicano un raddoppio della potenza eolica e una triplicazione della generazione solare entro il 2030.
La parola chiave è dunque accelerare, ma con intelligenza e l’elemento che risulta sempre più decisivo è l’attenzione al paesaggio. L’inserimento degli impianti fotovoltaici nel territorio agricolo nazionale è un tema molto attuale e fonte di notevole dibattito. Il fotovoltaico rappresenta una grande opportunità per l’agricoltura poiché consente di sfruttare superfici altrimenti inutilizzate e non produttive: sono allo studio e in parte già realizzati, abbinamenti di produzioni agricole e generazioni solari che consentano di sfruttare aree in disuso. Posizionando infatti i moduli fotovoltaici ad una determinata altezza dal suolo è possibile ridurre al minimo il loro impatto estetico.
Già nel 2014 Enea e GSE hanno lanciato un concorso di idee e proposte progettuali mirate all’efficienza, al risparmio energetico e all’innovazione volto a valorizzare territori di particolare pregio ambientale e paesaggistico.
Le Regioni dunque avranno un ruolo importante nel definire le aree sulle quali realizzare gli impianti, facilitando in questo modo sia il processo autorizzativo sia un possibile intervento governativo sotto forma di garanzie. In particolare nel corso di quest’anno si definirà il programma Clima Energia 2050 e sarà determinante il coinvolgimento delle varie istituzioni, delle forze sociali e ambientali.